Prosegue l’impegno dell’Amministrazione Provinciale nel portare avanti due importanti progetti turistici legati al settore del cicloturismo, ossia la “Via del Mare” e “Eurovelo8”, e due sono stati gli incontri svolti dai vertici della Provincia di Cuneo al fine di fare il punto sui possibili sviluppi di suddette progettazioni.

In data 15 febbraio si è tenuto a Roma, presso il Ministero dei beni e delle attività culturali e del Turismo, l’incontro tra il Consigliere Provinciale Rocco Pulitanò, con delega al turismo, ed il Direttore Generale della Direzione Turismo del ministero, Dott.Francesco Palumbo, al quale è stato consegnato il dossier contenente i due studi di fattibilità per i progetti sopracitati, entrambi finanziati dalla Regione Piemonte, al fine di portare all’attenzione del ministero queste due progettazioni di cui la Provincia è ente capofila, ma che coinvolgono altresì numerosi comuni del territorio.

Per quanto riguarda la “Via del Mare”, si tratta di un ambizioso progetto che mira a recuperare il percorso dell’ex ferrovia Bra-Ceva per farne una lunga pista ciclabile da Pollenzo fino a Ceva e poi, mediante altre progettualità, ancora oltre, per collegarsi alla già esistente pista Imperia-Sanremo con diverse possibili diramazioni, tra cui la Mondovì-Bastia e la Mondovì-Cuneo. La pista ciclabile ha ottenuto il consenso di 40 Comuni della Granda, oltre ad enti e associazioni ed il sostegno della Regione Piemonte.

La ciclovia “Eurovelo8”, invece, rappresenta il segmento mediterraneo del più ampio progetto cicloturistico“Eurovelo”, che raggruppa all’interno di 14 rotte internazionali una serie di itinerari da percorrere in bicicletta attraverso tutta Europa e coinvolge 43 Paesi, sia membri dell’Unione che extraUE, per un totale di oltre 70mila km di piste ciclabili, il quale comprende anche un tratto italiano che tocca direttamente la Regione Piemonte e la Provincia di Cuneo: è prevista infatti la realizzazione di un percorso cicloturistico che da Limone Piemonte si estenda verso la zona del cuneese e poi verso il saluzzese, per poi interessare anche le province di Torino e Vercelli.

A seguito dell’incontro, il Direttore Generale del settore Turismo, Francesco Palumbo, ha così commentato:” Gli obiettivi dei due progetti discussi con la Provincia sono perfettamente in linea con le strategie previste dal Piano Strategico del Turismo 2017-2022 approvato dal Consiglio dei Ministri nella seduta di venerdì 17 febbraio, che pone particolare attenzione alle iniziative che allargano l’offerta di prodotti turistici utili a migliorare la qualità dell’offerta e ad aumentare la permeabilità del territorio con forme di mobilità lenta adatte ad approfondire la conoscenza delle risorse diffuse sul territorio. Sarà cura della Direzione Generale del Turismo del MiBACT seguire i progetti nella loro fase di attuazione e di sviluppo, garantendo la coerenza con le strategie nazionali di promozione e con le politiche di sviluppo turistico in accordo con la Regione”.

Il secondo incontro si è invece tenuto in data 24 marzo a Torino, presenti l’Assessore ai Trasporti e alle Infrastrutture Francesco Balocco, il Consigliere Pulitanò, il Dott. Andrea Costa, Direttore del servizio amministrativo Turismo-Sport-Montagna della Provincia di Cuneo, l’Ing.Danilo Bruna, responsabile provinciale del Settore Lavori Pubblici per la sezione di Mondovì, e Marco Botto, Presidente del C.A.L.S.O.

La delegazione provinciale ha potuto così interloquire con l’Assessore Balocco al fine di cercare una soluzione definitiva per quanto riguarda l’assegnazione del sedime ferroviario ad uno degli enti pubblici coinvolti dai progetti inerenti le ciclovie, e pertanto sarà prossimamente convocato un tavolo di lavoro con le ferrovie in modo da dirimere la questione.

L’Assessore Balocco ha così commentato l’incontro: “Grazie ai fondi messi a disposizione dall’assessorato al Turismo sono stati realizzati importanti studi di fattibilità che ci permetteranno a breve di avere una carta delle ciclovie più concreta e reale. Credo che lo studio della Provincia di Cuneo sia un buon punto di partenza per lavorare su questo tema”.

Questi due incontri – ha riassunto il Consigliere Provinciale Pulitanò – hanno avuto esito proficuo e sono stati un’importante occasione per la nostra Provincia. Con riguardo all’incontro presso il Ministero, siamo riusciti a portare all’attenzione del dipartimento Turismo due progettazioni di cui andiamo molto orgogliosi, perché andrebbero a potenziare non poco la nostra attrattiva dal punto di vista del cicloturismo, settore i cui numeri sono in costante crescita e proprio per questo è importante che si riesca a collegare il nostro territorio alle numerose ciclovie di rilevanza europea e non solo che attraversano la nostra regione”.

Invece – continua Pulitanò – per quanto concerne il colloquio con l’Assessore Balocco, abbiamo compiuto dei passi in avanti notevoli circa la questione del recupero del sedime ferroviario : speriamo infatti che il tavolo di lavoro che la Regione convocherà, ci permetterà di capire quali saranno le modalità di assegnazione di suddetto bene, in modo da portare poi le progettazioni in questione ad un livello successivo. Desidero ringraziare sia il Dott. Palumbo per essersi reso disponibile a riceverci, dimostrando interesse per le iniziative che la Provincia sta portando avanti, e nella persona dell’Assessore Balocco, anche la Regione Piemonte, la quale ci permette, mediante il finanziamento di importanti studi di fattibilità, di pensare a progetti che sappiano incentivare il gioco di squadra di tanti comuni ed enti che insieme cercano di valorizzare tutte le eccellenze del nostro territorio”.